Biografia

Piero Cattaneo nasce a Bergamo il 2 dicembre 1929. Compie gli studi presso l’Accademia Carrara di belle Arti di Bergamo sotto la guida di Achille Funi. Ancora giovanissimo è presente alle più importanti mostre collettive nazionali e non e a partire dal 1952 allestisce numerose mostre personali, suscitando sempre un vivace interesse di pubblico e di critica.

Dal 1960 ha diradato la sua partecipazione alle esposizioni pubbliche per prepararsi ad affrontare le nuove tematiche sollecitate in lui dal suo vivido e insorgente senso di ricerca. Si afferma sempre più nel campo dell’illustrazione e della medaglistica, ambiti la cui storia è stata segnata in modo inconfondibile e innovativo dal suo operato.

Del 1967-1968 sono i bronzi in fusione unica, predisposta dallo stesso autore dopo anni di difficile acquisizione tecnica dell’arte del fondere a cera persa. Con questa sua nuova produzione, ormai pronto ad affrontare l’opinione della critica, Piero Cattaneo si ripresenterà in mostre personali a partire dal 1968.

Allora si potrà osservare il processo evolutivo della sua tecnica, il senso plastico assolutamente nuovo che pervade ogni realizzazione, intesa come mezzo di comunicazione e soprattutto come strumento di interpretazione di una realtà che si muove intorno e alla quale non ci si può sottrarre. Si sarebbe tentati di vedere nella sua scultura la spinta di un pensiero filosofico, non aridamente esposto come in un trattato, ma poeticamente risolto e dinamicamente interpretato. Tutto questo perché ogni particolare delle sue creazioni, ogni riferimento della sua realtà, quella che egli vede, osserva e ritrae, sembra pervasa da un senso di movimento che lo conduce verso conquiste uniche e audaci. Un’arte ricca di pathos, di partecipazione accorata ad una verità che forse sfugge all’indagine, ma che non si può fare a meno di inseguire.

La lunga esperienza di Cattaneo termina il 10 giugno 2003 a Bergamo, lasciando la certezza “di aver dato testimonianza del mio tempo nella mia vita”.

Scarica la biografia integrale