Dipinti

La pittura è stata il medium con cui Cattaneo ha esordio in campo artistico a partire dalla metà degli anni Quaranta, muovendosi dapprima tra suggestioni accademiche, che ancora devono qualcosa al maestro Achille Funi, e poi alla svolta degli anni Cinquanta, con opere che rielaborano in modo originale le spinte del cosiddetto postcubismo italiano.

Sul finire dello stesso decennio l’artista decide di dedicarsi esclusivamente alla scultura; la pittura d’ora in avanti si fa sempre più rada e sempre più articolata nella sua stessa natura. Nel 1975-1976 nasce il nucleo dei polimaterici “Segnificato”, pastiglia e acrilico su faesite o pressato, dove l’artista procede per impressioni, impronte che muovono impercettibilmente la superficie, nell’alternarsi  calibratissimo degli aggetti e dei cavi porosi del gesso o delle squillanti cromie.